Modena: una città da scoprire

Guide

Il centro storico di Modena, patrimonio UNESCO

Piazza Grande è imperdibile come prima tappa una volta arrivati a Modena, essendo il suo centro vitale nonché luogo riconosciuto dall’UNESCO come "Patrimonio dell’Umanità".

Sulla piazza si affacciano il Duomo ed il Palazzo Comunale. Il Duomo, costruito a partire dal 1099, è considerato uno dei massimi capolavori del romanico europeo. Colpisce sia per l'aspetto architettonico che per le decorazioni della facciata, opera dello scultore Wiligelmo e dei Maestri Campionesi. Leggermente spostata dal duomo c'è la Torre della Ghirlandina di 87 metri. Sugli altri due lati della piazza si erge il Palazzo Comunale. L'interno è visitabile, con meravigliosi saloni affrescati di varie epoche, come la Sala degli Arazzi, la Sala del Fuoco e la Sala del Vecchio Consiglio.

Poco lontano, in piazza Sant'Agostino, si trova il Palazzo dei Musei, dov'è custodito il "più bel libro miniato del mondo": la Bibbia appartenuta a Borso d'Este. All'interno del palazzo non si perda la Galleria Estense, che fu la pinacoteca privata degli antichi signori di Modena. È tra le più importanti collezioni italiane con opere di Bernini, Velasquez, Correggio, El greco.

Palazzo Ducale è oggi la sede dell’Accademia Militare, edificato a partire dal 1634 dal duca Francesco I con il concorso dei maggiori artisti del tempo, come Bernini, Borromini e Pietro da Cortona. La costruzione inglobò le preesistenti strutture dell’antico castello trecentesco.

Con prelibatezze come i tortellini, lo zampone, il Parmigiano-Reggiano, il Lambrusco e l'Aceto Balsamico Tradizionale, Modena è soprattutto nota per la sua superba cucina ed è una delle province italiane con più prodotti a Denominazione di Origine Protetta. La città ospita un'ampia varietà di ristoranti, dai locali di lusso con recensioni stellari alle locande tradizionali che servono cucina casalinga.

       

È fondamentale ricordare che la città si trova nel cuore di quella che è conosciuta come la Motor Valley italiana, la patria di famosi marchi automobilistici come Ferrari, Lamborghini e Maserati, ciascuno con musei e fabbriche da visitare.

Come se già i precedenti motivi non bastassero per visitarla, a Modena ha sede la Fondazione Emilia Romagna Teatro, e ogni anno la provincia è palcoscenico di oltre 1.500 spettacoli dal vivo. Non sorprende che Modena sia la città natale di uno dei più grandi tenori della storia, Luciano Pavarotti.

Come muoversi a Modena

Passeggiare è il metodo migliore per visitare Modena. Le modeste dimensioni del centro storico permettono di raggiungere facilmente a piedi qualsiasi meta di interesse.  A pochi minuti dal centro ci sono numerosi parcheggi in cui è possibile lasciare l’auto.

In alternativa, un mezzo molto usato dai residenti è la bicicletta: Ci sono circa 190 piste ciclabili nella città di Modena e nei suoi dintorni per chi preferisce un modo più attivo di viaggiare.

Le linee di autobus locali, gestite da SETA, collegano la stazione ferroviaria e il centro di Modena ogni 10-15 minuti. È anche possibile noleggiare un taxi per raggiungere le principali destinazioni.

Come raggiungere Modena

In treno

La stazione di Modena è situata in Piazza Dante Alighieri, a solo 10 minuti a piedi dal centro storico, e si trova lungo la linea ferroviaria Milano-Bologna. È ben collegata alla stazione di Bologna Centrale, dalla quale dista un massimo di 30 minuti di treno. Inoltre, la sua posizione è adatta per visitare altre città Emiliane come Parma (25 minuti), Reggio Emilia (15 minuti), Carpi (13 minuti) e Sassuolo (38 minuti).

In auto 

Modena è raggiungibile facilmente in auto da due autostrade principali: l’Autostrada del Sole A1, tramite l’uscita Modena Nord e Modena Sud, e l’Autostrada A22 del Brennero, della quale Modena è il termine. La città è attraversata da un'importante arteria stradale, la Via Emilia, storica strada romana che collegava Modena con altre importanti città della regione e che ancora oggi rappresenta una delle principali vie di comunicazione in Italia. La strada attraversa il centro della città, in direzione est-ovest. Il centro storico della città è una zona a traffico limitato (ZTL), ovvero vi possono accedere solo i residenti, gli operatori commerciali o i turisti che soggiornano negli alberghi del centro e sono in possesso di un permesso speciale.

In aereo 

Modena si trova a circa 40 km dall’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna (BLQ). La navetta Aerbus collega l’aeroporto e l’Autostazione di Modena con corse della durata di 50 minuti effettuate circa ogni due ore.

In bici

Un’opzione interessante e sostenibile è quella di raggiungere Modena in bicicletta. La città infatti fa parte di vari itinerari cicloturistici, tra cui l’itinerario di lunga percorrenza EuroVelo7.